TAPOOK @ THE LOVIE AWARDS!

image

 

Il 14 Novembre 2012, al Winners Party del 2nd Annual Lovie Awards c’eravamo anche noi, orgogliosi Tapookers, vincitori con PlayART del Silver Award!

Una splendida serata e un’occasione per celebrare ed incontrare i talenti dell’eccellenza del web e digitale mobile made in Europe, tra cocktails glamourous e eleganti canapes, nello splendido scenario della chiesa di St. Luke’s Church a Londra.

La serata è cominciata con la registrazione del nostro discorso di accettazione del premio:
il discorso di 5 secondi, trademark dei Lovie Awards, una “Declaration of Lovie” che deve contenere la parola “Love”, appunto.
Noi ce la siamo cavata in 19 secondi con uno sketch all’insegna della creatività!
Ma soprattutto il discorso ha segnato per noi il primo e unico incontro con il meritato Silver Award! Potete ammirarlo anche voi qui.

Via, al Party!
Ad accoglierci nella meravigliosa location della St. Luke’s Church, ex chiesa del 18 sec trasformata in un centro musicale gestito dalla London Symphony Orchestra, c’erano una una folla di bella gente, ottima musica e un numero impressionante di cocktails!
Ma non abbastanza cibo!
E non perché siamo i soliti Italiani, ma riuscire a mettere le mani su quelle deliziose tartine è stato difficile quasi quanto riuscire a mettere le mani sul nostro Award.
Però noi ce la abbiamo fatta ed eccovi la prova!

I Tapookers contenti, brandiscono questi due sfiziosi mini hamburgers come due trofei!

Intanto sul palco i presentatori, Heydon Prowse e Joylon Rubisten, hanno dato inizio alle premiazioni alla carriera e i riconoscimenti speciali.

Superbo il discorso di Stephen Fry (premiato come persona dell'anno per il suo approccio innovativo a Twitter), a proposito della sincerità dei social media e di come arte e scienza siano una cosa sola perché entrambi profondamente umani!

Stephen Fry mentre pronuncia il suo bellissimo discorso

Ma niente è stato più sincero del sorriso del professore Heinz Gerhäuser, inventore dell'MP3, mentre brandiva il suo trofeo davanti all'applauso del pubblico.

Professor Heinz Gerhäuser premiato dalla cantante Imogen Heap, festeggia con il pubblico! Dai Lovie Awards su Flickr

Oltre alle celebrazioni la serata è stata anche un’occasione per fare la conoscenza degli altri vincitori:
a cominciare dagli effervescenti Tom Lawton e Peter Corke di BubblePix che ci hanno illustrato il loro Bubblescore. Noi abbiamo reciprocato mostrandogli PlayART.

Tra i tanti abbiamo avuto anche il piacere di conoscere l'adorabile Michelle Goff, per Discovery, generosa di preziosi consigli, e Marco Camisani Calzolari, membro della giuria dei Lovie Awards e autore del recente libro "Fuga da Facebook".

Infine, grazie a Nicolas Roope (Ambasciatore UK per il Webby Awards), che ha gentilmente pagato il taxi abbiamo raggiunto il dopo-party ufficiale dei Lovie Awards in Shoreditch. Lì abbiamo concluso la serata a parlare con un gruppo di giovani entusiasti programmatori che ci hanno parlato della loro idea vincente di creare un app in grado di predire il futuro, perché "conoscere il futuro è la sola cosa che la gente vuole di questi tempi…"

A proposito del futuro: riusciremo mai a ricevere il nostro Silver Award?

Anche senza trofeo, rimaniamo vincitori e siamo orgogliosi di aver partecipato a questo evento portando Tapook e PlayART in mezzo a tanti grandi talenti.
Più di tutto siamo grati alle persone che hanno riconosciuto il valore del nostro lavoro e ci hanno votati per vincere anche il People's Lovie Award!

Grazie!
Adesso però dateci il nostro premio, eh!

The Silver Award! (from the Lovie Awards on Flickr)